Il Governo Promette di Trasformare le Vite Dei Suoi Cittadini

I nuovi leader populisti italiani hanno commemorato la fondazione della repubblica italiana partecipando a una sfilata militare piena di fasti, quindi hanno promesso di mettersi al lavoro per creare posti di lavoro ed espellere i migranti.

“Il giro libero è finito”, il nuovo ministro degli interni Matteo Salvini ha avvertito durante una manifestazione nel nord Italia aggiungendo: “È ora di fare le valigie”.

Il pegno delle deportazioni di massa a venire era un promemoria per cui l’Italia ha un partito pacifista anti-immigrazione, di destra nella sua coalizione di governo – e l’Unione europea ha un nuovo partner che governa la sua quarta più grande economia e un paese in prima linea migrazione in Europa.

In precedenza, il sig. Salvini si è unito al premier Giuseppe Conte e al resto del gabinetto giurato di recente per vedere la parata del giorno della Repubblica.

La squadra acrobatica dell’aeronautica italiana ha sorvolato rumorosamente il centro di Roma trascinando il fumo tra il rosso, il bianco e il verde della bandiera italiana.

L’orgoglio nazionale in mostra è una caratteristica di ogni Festa della Repubblica, ma ha assunto un significato particolare quest’anno dopo che l’Italia ha chiuso tre mesi di disordini politici e finanziari il venerdì e ha giurato in un governo le cui tendenze populiste ed euroscettiche hanno allarmato l’Europa.

Il signor Conte, un professore di giurisprudenza strappato dalla relativa oscurità per dirigere un’improbabile alleanza di governo del movimento a 5 stelle anti-establishment e del partito della Lega di destra, ha detto che le celebrazioni del sabato hanno trascurato tutte le tensioni degli ultimi giorni.

“È la festa per tutti noi, per la nostra repubblica”, ha detto.

Il gabinetto del Conte ha prestato giuramento dopo che un accordo dell’ultimo minuto ha scongiurato la minaccia di una nuova elezione che avrebbe potuto trasformarsi in un referendum sull’eventualità che l’Italia fosse rimasta con la comune moneta europea dell’euro.

La stabilità politica ha alleviato i mercati finanziari venerdì, ma i vicini europei italiani hanno continuato a esprimere preoccupazione per l’inclinazione euroscettica e l’agenda pesante del nuovo governo italiano.

“L’Italia sta distruggendo se stessa e trascinando con sé l’Europa”, recitava il titolo della rivista tedesca Der Spiegel, la cui copertina conteneva una forchettata di spaghetti con un filo ciondolante legato come un cappio.

Mentre Spiegel è noto per queste provocazioni, un altro articolo la settimana scorsa ha lanciato una protesta ufficiale dall’ambasciatore italiano in Germania.

Sabato, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha telefonato a Mr Conte e lo ha invitato a visitare presto. L’ufficio della signora Merkel ha affermato che entrambi i leader hanno sottolineato l’importanza di una stretta cooperazione bilaterale.

Il signor Conte ha finora lasciato specifiche politiche ai piloti della sua improbabile ascesa, i suoi due deputati: il sig. Salvini della Lega e il leader 5 stelle Luigi Di Maio.

Di Maio, il nuovo ministro per lo sviluppo economico, ha dichiarato di lavorare dopo la parata al suo ministero, che altrimenti sarebbe stato chiuso per le vacanze.

“A partire da oggi, arriviamo al lavoro per creare lavoro”, ha detto in un video di Facebook dando agli italiani un tour del ministero vuoto.

L’onorevole Di Maio è anche il ministro per il lavoro, una combinazione che ha avuto senso dal momento che i due ministeri devono lavorare insieme.

Offrendo al nuovo governo un cauto sostegno è stato il piccolo partito neo-fascista italiano CasaPound, che ha celebrato la sua commemorazione nella Giornata della Repubblica il sabato.

I banner contenevano immagini di una bandiera europea barrata e “#exIT” scritte sotto, un riferimento alle chiamate per l’Italia a lasciare il blocco di 28 nazioni.

L’agenda della 5 stelle non ha piani simili, ma Conte ha chiarito che è stato infastidito dai commenti questa settimana dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, il quale ha detto che l’Italia deve smettere di incolpare l’UE per i suoi problemi e deve assumersi la responsabilità di affrontare la povertà nel sud Italia.

“Ciò significa più lavoro, meno corruzione. Serietà “, ha detto Juncker nei commenti, la sua portavoce in seguito ha detto di essersi pentito.

Con un’esplosione non sceneggiata dal percorso della parata, il signor Conte ha insistito che l’Italia non è sola a fronteggiare casi di corruzione e ha dichiarato che “tutti dobbiamo lavorare per la legalità”.

Il governo del Conte affronta il voto di fiducia obbligatorio la prossima settimana in parlamento, dove i due partiti di governo hanno una maggioranza esigua.

Il giorno della Repubblica commemora la giornata, il 2 giugno 1946, quando gli italiani votarono in un referendum per abolire la monarchia in favore di una repubblica, la prima in Italia.

Lo sconvolgimento politico che ha creato il primo governo populista dell’Europa occidentale questa settimana è stato definito l’inizio della Terza Repubblica d’Italia.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *